AI news:

il portale di approfondimento sul mondo dell'intelligenza artificiale

AI news: il portale di approfondimento sul mondo dell'intelligenza artificiale

AI News #6 | La rassegna stampa settimanale sull’AI

AI News è la rassegna stampa settimanale curata dai nostri editor sui temi più rilevanti legati all’AI. Sanità, legal, trasporti, innovazione, moda, ambiente: ogni settimana, una raccolta delle novità che stanno cambiando il mondo

L’Agenzia delle Entrate userà l’Intelligenza Artificiale contro l’evasione fiscale

Con il via libera dell’Unione Europea al finanziamento del progetto dell’Agenzia delle Entrate, con “un approccio data driven all’analisi del rischio di evasione fiscale in Italia” sarà compiuto un significativo passo avanti nella lotta all’evasione e all’elusione fiscale. Combattere l’evasione non è solo una questione di dati, richiede strumenti innovativi. Con la scienza delle reti, l’intelligenza artificiale e la visualizzazione dei dati, l’Agenzia intende sfruttare al meglio il vasto patrimonio di dati a sua disposizione, come, per ogni singolo anno, 42 milioni di dichiarazioni dei redditi, 750 milioni di informazioni comunicate da terzi, 400 milioni di rapporti finanziari attivi, 197 milioni di pagamenti F24, circa 2 miliardi di fatture elettroniche e oltre 150 milioni di immobili censiti. Il progetto punta ad innovare i processi di valutazione del rischio di non conformità. In sostanza, verranno utilizzate tecniche innovative di analisi di rete, machine learning e visualizzazione dei dati, al fine di creare un nuovo schema a supporto dei processi di identificazione dei contribuenti ad alto rischio di frode fiscale. L’obiettivo generale è rendere le economie dell’UE più sostenibili, resilienti e preparate alle sfide poste dalle transizioni verde e digitale.

Come l’AI può supportare l’analisi?

Con lo sviluppo dell’intelligenza artificiale applicata ai settori più disparati per aiutare l’uomo a ridurre il proprio carico di lavoro e migliorare le prestazioni, ci si è sempre domandato se il fattore umano fosse completamente sostituibile. Una questione complessa che spesso ritorna è: la macchina può curare la mente umana? Quando si parla di intelligenza artificiale e psicologia, si affronta un tema che è in grande evoluzione e che già ha dato alcune soluzioni. In questo articolo, analizziamo quali sono le applicazioni dell’AI in ambito psicologico e come funzionano.

Intelligenza artificiale in spiaggia contro il sovraffollamento

L’intelligenza artificiale per monitorare un possibile inquinamento degli arenili ed evitare il sovraffollamento. Nelle spiagge della Città metropolitana di Cagliari arriva Playa Libre, un sistema di controllo che include sette stazioni prototipo già installate e operative a Cala Mosca, Poetto prima fermata in prossimità del Windsurfing Club, Margine Rosso, Kal’e Moru, Solanas, Nora e Cala d’Ostia. Altre quattro saranno collocate a breve alla quarta fermata del Poetto, a La Maddalena spiaggia, Mari Pintau e Cann’e Sisa. “Si tratta di un progetto sperimentale altamente innovativo – spiega il consigliere metropolitano delegato alla Mobilità Antonello Floris – che ci consentirà di monitorare le spiagge dal punto di vista ambientale e di fornire al cittadino e al turista informazioni utili in tempo reale per individuare in anticipo la spiaggia ideale in base alle proprie esigenze”.

L’intelligenza artificiale nei film: la storia e i timori di un ‘AI takeover’

L’intelligenza artificiale, negli ultimi decenni, è stata protagonista e antagonista di numerosi film più o meno realistici, che l’hanno dipinta in svariati modi: ottimisticamente così come con preoccupazione e riserve. Essa è stata rappresentata nei film talvolta come un’alleata, altre volte come una minaccia per il genere umano. L’evoluzione ha influenzato la percezione sociale di questo tipo di tecnologia e, talvolta, ha anche spinto al progresso.

L’intelligenza artificiale è il futuro della scrittura?

Gli strumenti di scrittura con intelligenza artificiale utilizzano la generazione del linguaggio naturale per produrre parole scritte da semplici dati. Basta inserire i dati e il resto è storia. Un’intelligenza artificiale è efficace quando una grande quantità di dati deve essere convertita in un linguaggio scritto che chiunque possa capire. Nell’articolo una serie di lacune per cui risultano essere preferibile uno scrittore all’AI.

L’AI potrebbe prevedere gli effetti collaterali derivanti da nuove terapie combinate

I dati preliminari di un modello di intelligenza artificiale potrebbero potenzialmente prevedere gli effetti collaterali derivanti da nuove terapie combinate, secondo i risultati presentati all’AACR Annual Meeting 2022. Molti tipi di cancro vengono sempre più trattati con terapie combinate, attraverso le quali i medici tentano di massimizzare l’efficacia e ridurre al minimo le possibilità di resistenza al trattamento. Tuttavia, tali terapie combinate possono aggiungere più farmaci contemporaneamente al già complicato elenco di farmaci di un paziente. Gli studi clinici che testano nuovi farmaci o combinazioni, raramente tengono conto di altri farmaci che un paziente può assumere al di fuori del regime di trattamento testato. Westerman e colleghi, hanno cercato di utilizzare l’apprendimento automatico per prevedere meglio gli eventi avversi risultanti dalle nuove combinazioni di farmaci.

L’intelligenza artificiale può aiutare gli insegnanti a valutare gli studenti con problemi di apprendimento

Secondo uno studio, l’intelligenza artificiale (AI) potrebbe essere utilizzata per contrassegnare il lavoro degli insegnanti in formazione che stanno cercando di identificare gli alunni con potenziali difficoltà di apprendimento. I ricercatori hanno affermato che potrebbe essere un “sostituto efficace” quando il feedback personale non è prontamente disponibile.