CEO robot: il futuro del management?

Paolo Marinoni 11 Novembre 2022

6 minuti

Un CEO virtuale o robotico ha notevoli vantaggi: non si stanca mai, è sempre reperibile, non viene retribuito ed è estremamente efficiente nell’analisi dei flussi informativi e nell’analisi dei rischi. Non mancano però dubbi sui suoi possibili rischi sociali, giuridici e occupazionali. 

Spesso ci si interroga sui possibili effetti che l’intelligenza artificiale potrebbe avere sul mondo del lavoro e sull’occupazione. Solitamente, si pensa che i lavori maggiormente a rischio siano quelli che consistono in operazioni meccaniche e ripetitive, per loro natura eseguibili da un algoritmo ben addestrato.  

Oggi, però, si estende il campo di adozione dell’AI in ambito lavorativo e sembra che nessuno sia più indispensabile. È quanto dimostra la nuova CEO robot di NetDragon Websoft. 

Chi è Tang Yu?

Tang Yu è la nuova amministratrice delegata di NetDragon Websoft, colosso mondiale dei videogiochi e di metaverso da 10 miliardi di dollari e con 6mila dipendenti. La CEO decide, organizza e investe in autonomia, ma ha una peculiarità: non è umana.  

Si tratta infatti di un sistema intelligente che è stato ‘assunto’ dalla società nel 2017, quando ha iniziato ad affiancare l’ex CEO (in carne e ossa). Dopo cinque anni di gavetta, Tang Yu è stata ‘promossa’ e oggi lavora come amministratrice delegata. 

Il ruolo di Tang Yu

Il presidente (umano) di NetDragon, Deijan Liu, ha assicurato che la società “crede fermamente che l’intelligenza artificiale sia il futuro del corporate management e la nomina della signora Tang Yu rappresenta l’impegno a orientare la nostra crescita strategica”

Il fatto che la CEO sia un’entità virtuale potrebbe portare i più a pensare che si possa trattare di un amministratore delegato fantoccio, utilizzato solamente a fini comunicativi. In realtà, è la stessa società a sottolineare come Tang Yu sarà un ‘vero’ dirigente, un top executive operativo e che svolgerà il suo ruolo di valorizzazione dei talenti assicurando anche “condizioni di lavoro eque ed efficaci per tutti i dipendenti”.

Tang Yu, la nuova CEO virtuale di NetDragon Websoft

Tra i compiti che la CEO svolge, ci sono dunque la definizione dei budget, la pianificazione e la gestione degli investimenti, lo sviluppo di collaborazioni e prodotto e molto altro. Il tutto arricchito dall’intelligenza artificiale di Tang Yu, che le permette di valutare istantaneamente i rischi. L’amministratrice virtuale, infatti, fungerà anche da “hub di dati in tempo reale” e da “dispositivo di analisi per sostenere decisioni razionali nelle operazioni quotidiane”. Il sistema di gestione dei rischi potrà dunque divenire molto più efficace ed efficiente. 

Inoltre, anche dal punto di vista delle relazioni ‘interpersonali’, il sistema sorprende: i dipendenti possono infatti comunicare con la loro CEO attraverso i propri dispositivi aziendali a qualsiasi ora e in qualsiasi giorno. L’executive virtuale potrà anche valutare la loro performance, promuovere i lavoratori meritevoli e sanzionare chi commette errori. Il tutto, comunque, con una certa “empatia” (o almeno così sostiene chi l’ha ‘conosciuta’). 

CEO robot in ‘carne e ossa

Un altro caso riguarda Dictador, produttore di rum di lusso. Il volto ufficiale dell’azienda, infatti, è ora Mika, il primo robot “CEO” a capo di un’azienda globale. Diversamente da Tang Yu, Mika possiede una componente fisica (è un vero e proprio robot), ma il suo ruolo risulta più limitato: sarà un membro del Consiglio, la responsabile del progetto Arthouse Spirits DAO e della comunicazione con la comunità DAO. 

Mika, attiva all’interno dell’azienda già da inizio settembre, è una versione più avanzata di Sophia, prototipo completato nel 2015 a Hong Kong dalla Hanson Robotics. 

Sophia, il robot sviluppato dalla Hanson Robotics

Ha commentato il presidente di Dictador Europe, Marek Szoldrowski. 

“La decisione del Consiglio di amministrazione di Dictador è rivoluzionaria e audace allo stesso tempo. Questo primo robot simile a un umano, con intelligenza artificiale, in una struttura aziendale, cambierà il mondo come lo conosciamo, per sempre”. 

Quali sono i vantaggi e i rischi di un CEO robot o virtuale?

L’attribuzione del ruolo di amministratore delegato a un’entità virtuale e/o robotica – comunque basata sull’intelligenza artificiale – permette di ottenere notevoli vantaggi.  

  • Il risparmio in termini economici (assenza di stipendio, contributi, bonus, ecc) influisce in modo rilevante. Per quanto lo sviluppo di un simile sistema richieda ingenti risorse, l’assenza di spese di medio e lungo termine permette di compensare e risparmiare.  
  • Inoltre, un software non è limitato dagli orari lavorativi ed è sempre operativo, accessibile da qualsiasi dispositivo collegato alla rete.  
  • Da un punto di vista lavorativo, poi, le doti di razionalizzazione dei flussi di dati di un sistema di AI garantiscono un’alta efficienza e un’elevata velocità nei processi di decision making. Ciò è possibile anche grazie a una valutazione dei rischi in tempo reale (o comunque molto rapida). 

Esistono però anche possibili rischi.  

  • In particolare, non è chiaro quale sia il valore giuridico di un’eventuale decisione presa da un sistema di AI, soprattutto quando questo si interfaccia con una serie di soggetti internazionali. Tang Yu, per esempio, può firmare i documenti aziendali, ma la sua identità non è facilmente inquadrabile negli attuali sistemi giuridici
  • Inoltre, chi la ‘conosce’, ritiene che la CEO di NetDragon sia dotata di empatia e di emozioni. Un’affermazione che si scontra con l’attuale architettura dell’intelligenza artificiale. Per tale motivo, nel suo operato potrebbe agire con una carenza di umanità
  • Infine, se un CEO può essere sostituito da un sistema intelligente, così potrebbero essere sostituite anche altre figure professionali qualificate, sollevando diversi dubbi occupazionali

Articoli simili

Un articolo scritto interamente dal nuovo chatbot di OpenAI, in grado di rispondere alle domande degli utenti in modo naturale.  
15 Dicembre 2022

Molte sono le applicazioni dell'intelligenza artificiale nel mondo del cinema, dall'animazione alla clonazione vocale. L’AI permette quindi ai registi di sviluppare al meglio idee e…
16 Settembre 2022

I tessuti smart sono materiali intelligenti usati nel settore fashion, ma anche per la prevenzione degli infortuni sul lavoro.
17 Agosto 2022

L'intelligenza artificiale, con la computer vision e il deep learning, semplifica la gestione e il tracciamento dei bagagli in aeroporto.
8 Agosto 2022

Il mercato dell’intelligenza artificiale risulta in forte espansione e l'Italia e l'Europa stanno lavorando perché il trend possa proseguire.
1 Luglio 2022

In Evidenza


Cosa sono i Big Data? 

I nostri dati vengono continuamente raccolti e rappresentano un asset…

I reati nel metaverso: quali possono essere commessi? 

I reati possono essere commessi anche nel metaverso e questi…

Il chatbot di Google è realmente senziente?

Un ingegnere di Google ha dichiarato che il modello conversazionale…

Come si crea un algoritmo di machine learning?

Lo sviluppo di un algoritmo di machine learning è un…

Il timore di un AI takeover: opinioni e prospettive future

Dalla finzione alla realtà. Il timore di un AI takeover…