Trends

News - Trend trimestrale

Volume trimestrale

... ..%

Volume semestrale

... ..%

I robot di Figure finanziati dalle big tech: OpenAI in pole position

1 minuti

Paolo Marinoni 29 Febbraio 2024
1 minuti

Immagine tratta da figure.ai

OpenAI ha un ‘nuovo’ obiettivo: fondere i suoi modelli AI – tra cui GPT-4 – nei ‘corpi’ di robot umanoidi. L’impresa è ora possibile grazie alla partnership con la startup di robotica Figure.

Quest’ultima società, già in trattative con OpenAI e Microsoft per assicurarsi fino a 500 milioni di dollari, ha superato le sue stesse previsioni e ha annunciato oggi di averne ottenuti ben 675 milioni. A credere nei suoi prodotti e a investire nell’azienda sono, tra gli altri, il fondatore di Amazon Jeff Bezos, Microsoft, il produttore di chip NVIDIA e le divisioni dedicate al finanziamento delle startup di Amazon, Intel e OpenAI.

Per OpenAI, in particolare, la partnership “aprirà nuove possibilità su come i robot possono aiutare nella vita di tutti i giorni”, ha affermato Peter Welinder, vicepresidente dell’azienda guidata da Sam Altman.

I termini dell’accordo tra Figure e OpenAI, però, non sono ancora stati resi noti, ma ci si può immaginare che la seconda dedicherà delle risorse alla creazione di modelli di intelligenza artificiale specializzati per i robot umanoidi di Figure. La ricerca e lo sviluppo delle tecnologie potrà basarsi sui modelli di linguaggio già esistenti (GPT), sul generatore text-to-image DALL-E e sul nuovo modello text-to-video Sora.


In Evidenza


Quando le relazioni sono artificiali

Da un partner virtuale a una conversazione con una persona…

Chi fermerà l’AI? Riflessione sull’appello di Musk

Elon Musk e altri mille esperti chiedono una pausa di…

Elon Musk e altri mille esperti: “Allarme intelligenza artificiale”

Elon Musk e altri mille esperti hanno chiesto di sospendere…

Microsoft 365 Copilot, un’AI generativa per la produttività

Microsoft ha lanciato 365 Copilot, un servizio di intelligenza artificiale…

OpenAI rilascia GPT-4, più potente e multimodale

GPT-4 è arrivato. Un modello multimodale e con 100 trilioni…