Trends

News - Trend trimestrale

Volume trimestrale

... ..%

Volume semestrale

... ..%

I leader tech in una lettera: “Sviluppiamo l’AI per un futuro migliore”

3 minuti

Paolo Marinoni 5 Marzo 2024
3 minuti

I leader delle principali aziende tech attive a livello globale hanno firmato una lettera aperta scritta dal venture fund SV Angel, in cui le società chiedono che l’intelligenza artificiale venga sviluppata a favore dell’umanità e si impegnano a operare in tal senso.

Tra i firmatari, figurano OpenAI, Meta, Google, Microsoft e Jeff Bezos di Amazon. Nessuna traccia di Elon Musk, il quale, un anno fa, aveva invece firmato un appello per frenare lo sviluppo di sistemi di AI avanzati per paura che questi potessero prendere il sopravvento.

Una chiara dimostrazione di come le più grandi menti del settore possano avere visioni del tutto opposte sui reali rischi dell’AI e p(doom) – percezioni della probabilità di rovina dell’umanità causata dall’intelligenza artificiale – radicalmente diversi.

La lettera aperta

Nella lettera di SV Angel si legge: “Lo scopo dell’intelligenza artificiale è che gli esseri umani prosperino molto più di quanto potessimo fare prima. L’intelligenza artificiale è ancora agli inizi, ma è sulla buona strada per migliorare la vita quotidiana di tutti: tutor di intelligenza artificiale per aiutare chiunque a imparare; Strumenti di traduzione AI per connettere meglio il mondo; Diagnosi mediche guidate dall’intelligenza artificiale per migliorare l’assistenza sanitaria; Ricerca basata sull’intelligenza artificiale per accelerare la scoperta scientifica; Assistenti AI con cui puoi parlare per aiutarti nelle attività quotidiane”.

Continua poi la lettera: “Sebbene l’intelligenza artificiale sia unica nel potenziare direttamente il pensiero umano, ci aspettiamo che il suo impatto sia più simile a quello della macchina da stampa, del motore a combustione, dell’elettricità e di Internet. L’equilibrio tra i suoi impatti positivi e negativi sugli esseri umani sarà modellato attraverso le azioni e la premurosità che esercitiamo come esseri umani. È nostra responsabilità collettiva fare scelte che massimizzino i benefici dell’IA e ne riducano i rischi, per le generazioni attuali e future.

Sam Altman, CEO di OpenAI, commenta su X (Twitter) la lettera

Tutti abbiamo qualcosa con cui contribuire a dare forma al futuro dell’intelligenza artificiale, da coloro che la utilizzano per creare e apprendere, a coloro che sviluppano nuovi prodotti e servizi oltre alla tecnologia, a coloro che utilizzano l’intelligenza artificiale per perseguire nuove soluzioni ad alcune delle più grandi sfide dell’umanità, a coloro che condividendo le loro speranze e preoccupazioni per l’impatto dell’intelligenza artificiale sulle loro vite. L’intelligenza artificiale è per tutti noi e tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere nella creazione dell’intelligenza artificiale per migliorare la vita delle persone.

Noi sottoscritti stiamo già sperimentando i benefici dell’intelligenza artificiale e ci impegniamo a costruire un’intelligenza artificiale che contribuirà a un futuro migliore per l’umanità: unisciti a noi!“.


In Evidenza


Quando le relazioni sono artificiali

Da un partner virtuale a una conversazione con una persona…

Chi fermerà l’AI? Riflessione sull’appello di Musk

Elon Musk e altri mille esperti chiedono una pausa di…

Elon Musk e altri mille esperti: “Allarme intelligenza artificiale”

Elon Musk e altri mille esperti hanno chiesto di sospendere…

Microsoft 365 Copilot, un’AI generativa per la produttività

Microsoft ha lanciato 365 Copilot, un servizio di intelligenza artificiale…

OpenAI rilascia GPT-4, più potente e multimodale

GPT-4 è arrivato. Un modello multimodale e con 100 trilioni…