Trends

News - Trend trimestrale

Volume trimestrale

... ..%

Volume semestrale

... ..%

La salute passa per lo smartphone | Weekly AI news #38

Weekly AI news è la rassegna stampa settimanale curata dai nostri editor sui temi più rilevanti legati all’AI. Sanità, legal, trasporti, innovazione, moda, ambiente: ogni settimana, una raccolta delle novità che stanno cambiando il mondo.

Toka, il software degli 007

La società israeliana Toka, fondata nel 2018 dall’ex premier Ehud Barak e dall’ex capo della cybersecurity del Paese Yaron Rosen, ha sviluppato un software in grado di individuare le telecamere presenti in qualsiasi luogo e di hackerarle, accedendo ai loro feed anche allo scopo di modificarli. La tecnologia è pensata per i governi, ma molti sono i dubbi sollevati dal suo utilizzo.

L’algoritmo scova-talenti di Glickon

Glickon, azienda milanese che si occupa di software HR per medie e grandi imprese, utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare i dati relativi a candidature, feedback, licenziamenti e dimissioni dei dipendenti. La società ha sviluppato due piattaforme, Glickon Candidate Experience e Glickon Employee Experience, per misurare e migliorare l’esperienza e le prestazioni dei dipendenti in azienda. Glickon raccoglie i dati, li analizza e agisce con iniziative concrete indirizzate anche alla valorizzazione dei talenti, al fine di contrastare il fenomeno del quiet quitting (fare il minimo indispensabile) e le dimissioni di lavoratori il cui talento non viene adeguatamente riconosciuto.

La salute passa per lo smartphone

La Società Italiana di Cardiologia (SIC) ha affermato che il futuro della salute cardiovascolare sarà sempre più legato agli smartphone, che potranno fungere da “sentinelle” di salute e da “coach” per aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari. Gli algoritmi di intelligenza artificiale, inoltre, saranno sempre più presenti nella pratica clinica cardiologica per fornire diagnosi personalizzate e più accurate. Gli smartphone possono ricordare al paziente di assumere le terapie, di fare esercizio fisico o di seguire un’alimentazione corretta per la specifica patologia. Ma esistono anche applicazioni in grado di monitorare la fibrillazione atriale e AI utile nell’interpretazione dei dati e delle immagini ottenute tramite ECG, TC coronarica o risonanze magnetiche. La tecnologia, in futuro, potrà anche unire i dati così raccolti con quelli relativi alla storia clinica del paziente al fine di ottenere informazioni personalizzate sulla prognosi, sulla valutazione del rischio di malattie cardiache e sulla definizione dei trattamenti.

Windtre sostiene la transizione digitale

Windtre sta collaborando con il Comune di Modena per sviluppare progetti e soluzioni innovative in ambito tecnologico per trasformare la città in una smart city: dall’efficienza energetica alla digitalizzazione dei processi nel settore del turismo e della mobilità attraverso l’utilizzo dei big data. Stefania Matrone, direttrice transformation & development office di Windtre, ha dichiarato: “Modena ha dimostrato di essere già molto avanti nell’approccio alla smart city e questa collaborazione è una conferma di come la pubblica amministrazione e le aziende di telecomunicazioni possano concretamente lavorare in sinergia per migliorare la vita quotidiana dei cittadini e delle imprese”.

L’AI massimizza l’efficienza del solare

La Performance ratio (Pr) di un impianto fotovoltaico misura la percentuale di energia realmente disponibile, al netto delle perdite. Nelle grandi installazioni, questa si attesta intorno al 75%, ma può scendere anche al di sotto del 50% negli impianti più piccoli. È proprio nell’ottimizzazione della produzione di energia che l’intelligenza artificiale può giocare un ruolo importante. Questo avviene già attraverso la previsione energetica (energy forecasting), ossia una stima precisa di quanta energia potrà produrre l’impianto, e con il rilevamento e la previsione delle anomalie (anomaly detection), elementi che permettono la manutenzione preventiva.  

Abiti creati dall’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale ispira creativamente gli stilisti. Il 19 dicembre, si è tenuto all’M+ Museum di Hong Kong l’evento “Fashion X AI fashion show”, sponsorizzato dall’Institute of artificial intelligence design (AiDLab). Gli abiti sulla passerella sono stati sviluppati da diversi designer in collaborazione con l’intelligenza artificiale di AiDA (AI-based interactive design assistant), capace di riconoscere, rilevare e generare immagini.  

L’AI nel 2023

Come si svilupperà l’intelligenza artificiale nel corso del 2023? Nasceranno nuove applicazioni di AI per la generazione di ‘opere d’arte’? Si assisterà a un arricchimento dei programmi e codici open-source disponibili? Come si procederà sul versante della regolamentazione di simili sistemi? Alcune previsioni sul prossimo futuro dell’AI su TechCrunch

AI news | Point-E di OpenAI, oggetti 3D con l’intelligenza artificiale

L’evoluzione delle funzionalità dell’intelligenza artificiale di OpenAI procede a passo spedito. Di recente, ha spopolato online il chatbot ChatGPT, in grado di elaborare contenuti testuali con una precisione sorprendente. La scorsa settimana, invece, la società ha reso open-source Point-E, un suo sistema di machine learning capace di creare oggetti 3D a partire da un semplice input testuale. 


Articoli simili

In Evidenza


Quando le relazioni sono artificiali

Da un partner virtuale a una conversazione con una persona…

Chi fermerà l’AI? Riflessione sull’appello di Musk

Elon Musk e altri mille esperti chiedono una pausa di…

Elon Musk e altri mille esperti: “Allarme intelligenza artificiale”

Elon Musk e altri mille esperti hanno chiesto di sospendere…

Microsoft 365 Copilot, un’AI generativa per la produttività

Microsoft ha lanciato 365 Copilot, un servizio di intelligenza artificiale…

OpenAI rilascia GPT-4, più potente e multimodale

GPT-4 è arrivato. Un modello multimodale e con 100 trilioni…